15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.lultimoautunno.com 300

Kobanê

Odia tutto ciò che è così brutale da separarci
mentre la neve cade sui tetti di Parigi
senza macchia
non pensavi potesse fare così freddo in questa stanza
tu cerchi una logica che non esiste
prigioniero del paese delle meraviglie
seduto su culture rattrappite
morte giovani e invecchiate male come la Monroe
e su questo cielo grigio hanno costruito insegne colorate
tutto sembra sfumare
finché non arriva la sera
quando si accendono le luci
e un vortice ti risucchia nella notte –
ma in quella stanza continua a fare freddo
anche se è l’alba, sai che dovrai ritornare
perché non hai un posto in cui sostare
e respirare un giorno intero può esserti fatale.
È Itaca a far di Ulisse un eroe
ma che eroe posso diventare, io, se non so dove andare?
c’è una bomba sotto casa
tocabane da Kobane
e la mia finestra è una gabbia da cui non posso scappare:
sono façades di metallo su cui non ti puoi specchiare –
cammini in cerca di un fiume che porti via la tua immagine
tra le bottiglie di plastica e le stringhe slacciate
hai un passato da lasciar andare
ma abbandonarlo ti spaventa
la tua speranza è perdurare
sopravvivere agli istanti
radunare gli eventi fino a riempire le tasche
raccontarli a chi vuole ascoltare


Manuel Toso
(foto di Manuel Toso)
Share:
Categorie:POESIE
POST PRECEDENTE
IL MIO MUSCOLO POMPA DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE BATTE SOLO PER TE!
POST SUCCESSIVO
#11

0 Commenta

LASCIA UNA RISPOSTA

Instagram Slider

  • A grande richiesta ecco a voi la seconda edizione di
    A grande richiesta ecco a voi la seconda edizione di
  • Cursor Bruxelles 2019 Il nostro grafico phlegmart ogni tanto si
    Cursor, Bruxelles 2019 Il nostro grafico  @phlegma_rt  ogni tanto si
  • GAME OF TALKS una sfida di abilit in cui i
    GAME OF TALKS: una sfida di abilità in cui i